Questo sito contribuisce alla audience di

Raviole di San Giuseppe

L'impasto delle raviole di San Giuseppe è quello tipico della pasta frolla, farcito con confettura di prugne. Quest'ultima è quasi un imperativo nei dolci emiliani ripieni, a causa dei numerosi pruneti della zona; in più è una conserva particolarmente compatta, che non “sgocciola” in cottura, ed è quindi assai indicata per questo tipo di preparazioni.

Portata Portata:
Dolci (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Emilia Romagna (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
6

Tempo Tempo:
45 m + cottura

Ingredienti

  • 500 gFarina 00
  • 250 gBurro o strutto
  • 250 gZucchero
  • 4 + 1 tuorloUova
  • 1 pizzicoSale
  • q.b.Scorza di limone grattugiata
  • q.b.Confettura di prugne emiliane
  • q.b.Zucchero a velo

Preparazione

Step 1

Fare la fontana con la farina setacciata con il sale, quindi porre al centro le uova, il burro freddo a pezzetti, la scorza del limone ed impastare velocemente; dare una forma a palla all'impasto e riporre in frigorifero per mezz'ora.

Step 2

Stendere la pasta su un piano infarinato ad uno spessore non eccessivamente sottile e con un bicchiere ritagliare dei dischetti al cui centro si porrà un mucchietto di ripieno.

Step 3

Ripiegare a mezzaluna il raviolo saldando bene i margini. Porre in forno già caldo, a 180 C°, sulla placca foderata di carta forno, per venti minuti. Ripetere sino ad esaurimento degli ingredienti, reimpastando anche i ritagli di pasta.

Step 4

Servire freddi spolverati di zucchero a velo.

Consigli

L'etimologia della parola “raviole” è chiara. Si tratta del corrispettivo dolce dei ravioli, al femminile per indicare il carattere più “frivolo” rispetto a questi ultimi.Sempre per San Giuseppe, patrono di Parma, a Sant'Ilario di Parma si preparano dei dolcetti tipici che vengono chiamati “Scarpette di Sant'Ilario”.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno