Questo sito contribuisce alla audience di

Crostata di crema e ricotta

La crostata di crema e ricotta si prepara realizzando la crema pasticcera con il latte le uova e gli altri ingredienti e unendola alla ricotta prima di versarla nello stampo e cuocerla in forno. Scopri i passaggi della crostata di crema e ricotta.

Portata Portata:
Dolci (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Umbria (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
6/8

Tempo Tempo:
30 minuti + 3 ore di attesa totale + 1 ora di cottura

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • PER LA CREMA PASTICCERA
  • 3Uovo, tuorli
  • 75 gFarina
  • 150 gZucchero
  • 1/2 litroLatte
  • PER LA PASTA FROLLA
  • 150 gBurro
  • 100 gZucchero raffinato
  • 3Uova, tuorli
  • 300 gFarina 00
  • 1/2 bustinaLievito in polvere
  • PER LA FARCITURA
  • 250 gRicotta
  • 1 tuorloUovo
  • 60 gPanna fresca
  • 1Arancia, buccia

Preparazione

Step 1

Per la pasta frolla: amalgamate zucchero e burro ammorbidito, poi unite uno alla volta i tuorli sempre mescolando.

Step 2

Aggiungete la farina setacciata ed il lievito, quando l'impasto risulterà omogeneo formate una palla e lasciatela riposare in frigo per almeno 30 minuti coperta dalla pellicola.

Step 3

Per la crema pasticcera: mescolate farina e zucchero con 100 ml di latte, unite anche i tuorli e portate ad ebollizione il restante latte.

Step 4

Quando il latte bollirà aggiungete il composto e riportate il tutto ad ebollizione sempre mescolando, al termine lasciate raffreddare la crema ricoperta da pellicola di plastica in una scodella larga.

Step 5

Quando la crema si sarà raffreddata unitela alla ricotta, al tuorlo, alla panna fresca ed alla buccia d'arancia grattugiata amalgamando il tutto.

Step 6

Con la pasta frolla rivestite il fondo ed i bordi di uno stampo rotondo imburrato, poi versate il composto di crema e ricotta livellandolo.

Step 7

Cuocete in forno per 45 minuti a 180 °C, poi lasciate raffreddare completamente la torta prima di servirla in tavola decorata a piacere.

Commenti