Questo sito contribuisce alla audience di

Sorbetto di albicocche

Il sorbetto di albicocche richiede una lavorazione abbastanza lunga, oltre ai tempi di raffreddamento, si prepara sbucciando a frullando le albicocche e unendole allo sciroppo di zucchero frullato ponendo poi nuovamente il composto in frigorifero fino al momento di servire in tavola in coppette con il bordo decorato con zucchero.

Portata Portata:
Gelati (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
1 h + 3 h

Ingredienti

  • 500 gAlbicocche
  • 1Limone
  • 200 gZucchero

Preparazione

Step 1

Immergete per un attimo le albicocche in acqua bollente, scolatele e privatele della buccia e dei noccioli. La polpa di albicocche che otterrete dovrà pesare circa 250 g netti.
Passate quindi questa polpa nel frullatore oppure al setaccio; raccogliete il ricavato in una terrina e incorporatevi il succo di un limone.

Step 2

Mettete lo zucchero in una casseruolina, unitevi circa un bicchiere d'acqua e fate cuocere a fiamma bassa fino a quando inizierà una leggera ebollizione. Levate il recipiente dal fuoco e, quando lo sciroppo si sarà raffreddato, unitevi il passato di albicocche e mescolate accuratamente.
 

Step 3

Versate il composto così ottenuto nel contenitore della gelatiera e sistemate l'apparecchio nel freezer per far consolidare il sorbetto. Se non avete la gelatiera potrete ugualmente preparare il sorbetto utilizzando le vaschette del freezer (o altro recipiente metallico) e lasciando gelare il composto per 2-3 ore.

Step 4

Quando il composto sarà ghiacciato, toglietelo dal freezer, spezzatelo in blocchi con l'aiuto di un paio di forbici e passate questi ultimi nel frullatore fino a ridurli in crema. Sistemate nuovamente il composto nel freezer per altri 30 minuti.

Step 5

Servite il sorbetto in coppe, modellandolo a palline, operazione per cui utilizzerete l'apposito utensile da gelati. Per una migliore presentazione potrete "cristallizzare" il bordo di ciascuna coppa bagnandolo prima con del succo di limone e quindi immergendolo nello zucchero, in modo che quest'ultimo rimanga leggermente attaccato tutt'intorno alla coppa.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!