Questo sito contribuisce alla audience di

Pollo al curry ed al latte di cocco

Il pollo al curry ed al latte di cocco utilizza il sistema dello slow cooking, una cottura a bassa temperatura che dura ore rispetto alla cottura normale ma che garantisce un sapore molto intenso e particolare, il pollo e la salsa verranno poste nella speciale pentola e cotti per alcune ore prima di essere serviti caldi in tavola. 

Portata Portata:
Secondi piatti di Carne (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
5

Tempo Tempo:
15 minuti 6 ore di cottura

Costo Costo:
Medio

Ingredienti

  • 500 gPetto di pollo
  • 1Cipolla bianca
  • 2Aglio, spicchi
  • 1Peperoncino verde
  • 150 mlSalsa di pomodoro
  • 400 mlLatte di cocco
  • q.b.Sale
  • 1 cucchiaioCurry in polvere
  • 1 cucchiaioGaram Masala
  • q.b. (opzionale)Fiocchi di peperoncino
  • 2 cucchiaiAcqua
  • 1 cucchiaio + 1/2Maizena
  • 1 mazzetto (opzionale)Coriandolo
  • q.b. per servireRiso lessato

Preparazione

Step 1

Tagliare il petto di pollo in pezzettini regolari e tenerlo da parte.

Step 2

Fare a pezzi grossolanamente le verdure e unirle nel bicchiere di un mixer.

Step 3

Aggiungere anche la salsa di pomodoro.

Step 4

Infine unire i condimenti e regolare secondo il proprio gusto di sale e pepe. Far lavorare il mixer per qualche minuto finchè il tutto non sarà adeguatamente sminuzzato ed amalgamato. Tenere da parte l'acqua e la maizena.

Step 5

Sistemare i pezzetti di pollo nella pentola slow cooking (o in una pentola di terracotta), poi versarvi sopra la salsa preparata nel mixer.

Step 6

Incoperchiare e cuocere a bassa temperatura per 6 ore (nel caso di pentola di coccio regolare la fiamma al minimo possibile).

Step 7

Un'ora prima del termine della cottura mescolare l'acqua con la maizena, farla sciogliere bene poi aggiungerla al pollo in cottura rimettendo nuovamente il coperchio. Al termine servire il pollo al curry su un letto caldo di riso lessato.

Consigli

Lo slow cooking è un modo di cucinare che si sta diffondendo sempre più anche in Italia, viene messo in atto grazie ad una pentole speciale, a funzionamento elettrico, che cuoce il cibo a due temperature, bassa attorno agli 80 °C ed alta a circa 150 °C, una versione moderna della tradizionale cottura nelle pentole di coccio, che possono sostituire in questa ricetta la pentola elettrica non in dotazione a tutte le cucine.
I vantaggi sono molti: il cibo in cottura non necessita di sorveglianza perchè non si attacca e non si brucia, è possibile utilizzare tagli di carne più economici e duri in quanto la cottura li renderà comunque tenerissimi, in estate è possibile preparare pietanze che richiederebbero l'utilizzo del forno evitando così di surriscaldare l'ambiente col calore del forno.
 

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno