Cacik ottomano

Il cacik ottomano fa parte dei meze, gli antipasti turchi. Si prepara sbucciando i cetrioli e tagliandoli in sezioni che a loro volta verranno suddivise in tocchetti e posti in una fondina per essere cosparsi di sale. A parte si preparerà una salsina con aglio, yogurt, pepe e limone e si verserà sui cetrioli con i quali verrà amalgamata e servita poi fredda a tavola

Portata Portata:
Antipasti di Verdure (Vedi altre Ricette)

Cucina internazionale Cucina internazionale:
Turchia (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
1 h 10m

Vino Vino:
Taurasi.

Ingredienti

  • 2 grossiCetrioli
  • 300 gYogurt naturale
  • 2Aglio a spicchi
  • 1Limone
  • Una manciataMenta fresca, foglie
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

Preparazione

Step 1

Sbucciate i cetrioli; spuntateli e tagliateli in quattro sezioni, nel senso della lunghezza.
Tagliate ciascuna sezione a tocchetti di 1,5 cm di lunghezza, raccoglieteli in una fondina e cospargeteli di sale.

Step 2

A parte pestate l'aglio nel mortaio, riducendolo in poltiglia; stemperate la crema ottenuta con lo yogurt; poi mescolatevi finemente la menta tritata finemente, del pepe, il succo e la buccia del limone grattugiata.

Step 3

Versate la salsa sui pezzetti di cetriolo e rimestate.
Servite l'antipasto freddo con stecchini a parte.

Consigli

Non c'è ristorante della Turchia dove, sedendovi a tavola per allietare un paio d'ore del vostro tempo, i camerieri non si precipitino subito da voi per mostrarvi quanto sia ricca la loro cucina in fatto di "meze". Ma attenzione! Dei buoni "meze", perché siano veramente all'altezza, devono comprendere il cacik. Traduzione in italiano non esiste. Il cacik (si pronuncia giagik) basa tutta la bontà del sapore nello yogurt che di natura è acidognolo. A questo proposito è preferibile, anzi è d'obbligo, uno yogurt molto diluito quale quello che si trova in Tracia (si dice che questo sia il migliore in assoluto tra tutti gli yogurt del mondo, anche più di quello libanese). Allo yogurt – che nel nostro caso non dovrà superare i 750 grammi – si aggiungeranno due piccoli cetrioli sbucciati, olio di oliva quanto basta, uno spicchio d'aglio tritato, un ramoscello di anello (finocchio). Lo yogurt va sbattuto vigorosamente in una insalatiera, quindi si amalgama con il condimento. Il piatto potrà essere arricchito con una infiorata di pomodori e peperoni tagliati, tanto per renderlo più gradevole all'occhio. Ah, si dimenticava! Il cacik va poi spalmato su fette di pane. Se fresche e fragranti, ancora meglio. Ad accompagnare questa salsa in genere è sempre il formaggio, tipo feta. Qualche olivetta nera e ciascuno potrà dire, alla fine, di avere raggiunto una sorta di estasi culinaria. Certo, ci si accontenta di poco. Ma la vita è fatta anche di cose semplici e genuine.Il cacik del resto non delude mai. Se poi si verificasse una tale eventualità, allora – credete – la colpa è solo dello chef.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno