Pollo alla piastra

Il pollo alla piastra di prepara appiattendo leggermente la carne, per consentire una cottura più rapida, ed ungendola lievemente unto d'olio d'oliva mentre verrà insaporita con del sale alle erbe, al termine della cottura il pollo sarà accompagnato da profumati asparagi e colorate e gustose pannocchie. Un'ottima idea per una cena gustosa, salutare e facilissima.

Ringraziamo Mimma di Pasticci & Pasticcini di Mimma per averci fornito foto e testi di questa ricetta.

Portata Portata:
Secondi piatti di Carne (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
1 h 15 m

Ingredienti

  • 1 diviso a metà Pollo
  • 2 cucchiai Sale aromatizzato
  • 5 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • 4 Pannocchie precotte
  • 1 cucchiaio Burro fuso
  • 2 cucchiai Prezzemolo fresco tritato
  • 1 pizzico Peperoncino forte
  • 16 freschi Asparagi
  • q.b. Olio d'oliva

Preparazione

Step 1

Lavare il pollo, appiattirlo leggermente e praticare dei tagli nella polpa per velocizzare la cottura.

Step 2

Ungere il pollo con olio d'oliva e cospargerlo con il sale aromatico oppure con un trito di erbe aromatiche (salvia, rosmarino, aglio, maggiorana, timo, ecc).

Step 3

Fondere il burro e condirlo con il prezzemolo fresco tritato, sale e il peperoncino, strofinare le pannocchie con il burro fuso condito.

Step 4

Disporre il pollo sulla piastra di terracotta, già calda e cuocere a fuoco basso per 20 minuti.

Step 5

Girare il pollo e cuocere per altri 20 minuti.

Step 6

Aggiungere sulla piastra gli asparagi crudi e cuocere, ancora, per 5 minuti girandoli.

Step 7

Aggiungere le pannocchie condite e rosolare per altri 5 minuti, insieme al pollo e gli asparagi, poi togliere dal fuoco e servire caldo.

Consigli

E' passata anche questa Pasqua, con la ricca, golosa ed eccessiva Pasquetta! Abbiamo mangiato e stra-mangiato, di tutto e di più ... da Nord a Sud, ogni luogo con le proprie tradizioni e piatti tipici con una sola connotazione in comune: L'ECCESSO!
I piatti legati a questa importantissima festa religiosa sono RICCHI, golosi, carichi di sapori e colori. Non possiamo sottrarci a tanto fascino, alla "tradizione" ed io, come tutti, non voglio sottrarmi a questa festa gastronomica.
Adesso, tra la Pasquetta e le prossime ricorrenze del 25 Aprile e del Primo Maggio, che ci vedranno ancora protagonisti di tavolate pantagrueliche, prendiamoci una pausa con del cibo, sicuramente buonissimo, ma leggero e cotto con un sistema "antico" come quello della terracotta che conferisce ai cibi un sapore e profumo irripetibili. Ottimo supporto per una cottura salutare è la piastra in terracotta.

Contenuti sponsorizzati

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno