Questo sito contribuisce alla audience di

Fritto di paranza

Il fritto di paranza viene realizzato lavando accuratamente tutti i pesciolini e friggendoli in abbondante olio. Scopri come realizzare facilmente questa frittura seguendo i passaggi.

Portata Portata:
Secondi piatti di Pesce (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Lazio (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
6

Tempo Tempo:
10 minuti 15 minuti di cottura

Vino Vino:
Nero d'Avola.

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • 1,5 kgPesciolini vari ( vedi note )
  • 300 gFarina
  • 0,5 lOlio extravergine
  • q.b.Sale

Preparazione

Step 1

Lavate con cura tutti i tipi di pesce in acqua leggermente salata, quindi asciugateli con della carta assorbente.

Step 2

Infarinate pochi pesci alla volta, senza eccedere nella farina.

Step 3

Mettete sul fuoco una capace padella e versatevi l'olio. Quando sarà abbastanza caldo, iniziate a cuocere i pesci, tuffandone pochi alla volta.

Step 4

Scolateli man mano che cuociono e posateli su un foglio di carta assorbente, in modo da far scolare l'olio in eccesso.

Step 5

Ricoprite nel frattempo un piatto di portata preriscaldato e ponetevi la frittura mista. Mettete il sale solo al momento di portare in tavola.

Consigli

È di solito fatta con merluzzetti, triglie, sogliolette, ma possono esservi anche altre varietà di pesce di piccolo taglio, come alici, mazzoni, retunni o vope e qualche mollusco, come i calamari. Prima di iniziare a friggere, per verificare che l'olio abbia raggiunto la temperatura, provate ad immergervi un pezzetto di pane secco: se risale subito in superifice, è pronto per la cottura.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!