Strudel di mele

Uno strudel di mele molto speciale arricchito da gherigli di noci e mandorle lievemente tostate al posto dei pinoli, che renderanno la farcitura ancora più gustosa e profumata. Scopriamolo.

 

Portata Portata:
Dolci (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
6

Tempo Tempo:
40 minuti + 1 ora di riposo + 40 minuti di cottura

Ingredienti

  • - Ingredienti per la pasta strudel
  • 250 gFarina di grano tenero
  • 1 pizzicoSale
  • 50 gBurro fuso
  • 50 gLatte
  • 1 cucchiaioAceto bianco
  • 1Uova
  • - PER LA FARCITURA
  • 5 deliziose o goldenMele
  • 100 g tostati e tritatiGherigli di noce
  • 100 gMandorle tostate
  • 1 (la buccia grattugiata)Limone biologico
  • 2 cucchiaiCannella, polvere
  • 150 gZucchero
  • 150 gUva passa
  • 1 cucchiainoChiodi di garofano macinati
  • 50 gPangrattato
  • 20 gBurro

Preparazione

Step 1

Procedimento per la pasta strudel: mescolare la farina con tutti gli ingredienti, a mano o in una impastatrice sino a che diventi un impasto liscio e omogeneo, formare una palla, ungerla con poco olio d'oliva e lasciare riposare in una ciotola, coperta da un canovaccio, per 30 minuti.

Step 2

Procedimento per il ripieno: sbucciare le mele e affettarle sottilmente con una mandolina o in un mixer, mettere le mele affettate in una larga ciotola con il succo di mezzo limone e lo zucchero.

Step 3

Tostare lievemente i gherigli delle noci e tritarli grossolanamente.

Step 4

Ammollare l'uvetta in acqua tiepida, per 10 minuti, scolare e asciugare.

Step 5

Tritare grossolanamente le mandorle; nella ciotola con le mele affettate e lo zucchero aggiungere le noci, le mandorle, l'uvetta, la buccia di limone grattugiata, i chiodi di garofano macinati e mescolare bene.

Step 6

Trascorsi 30 minuti di riposo dell'impasto stenderlo con le dita, tirandolo bene, con delicatezza, sino a farlo diventare sottilissimo, quasi trasparente. Non importa se durante questa operazione si formerà qualche buco perchè, la sfoglia, verrà arrotolata varie volte.

Step 7

Poggiare l'impasto ben steso su una tovaglia (servirà per facilitare l'arrotolamento dello strudel) e spennellare la sfoglia con qualche cucchiaio di burro fuso.

Step 8

Cospargere la sfoglia di pan grattato, poi versare il ripieno e distribuirlo uniformemente sulla sfoglia lasciando i bordi liberi.

Step 9

Cominciare ad arrotolare aiutandovi con la tovaglia, come dalle foto, senza stringere troppo, adagiare lo strudel ottenuto su una teglia rivestita di carta forno e spennellare con un tuorlo mescolato a 2 cucchiai di latte.

Step 10

Cuocere in forno caldo a 180 °C per 40 minuti, poi sfornare e servire tiepido.

Consigli

Adoro lo Strudel, un dolce delizioso, profumato e saporito che, di certo, non appartiene alla tradizione dolciaria siciliana. Ma come sapete io sono "di larghe vedute" e apprezzo il buon cibo, qualunque sia la sua provenienza.  E' diffusa l'opinione che si tratti un dolce della tradizione tirolese ma, al contrario, affonda le radici in un'epoca molto piu' remota ... addirittura pare che sia la variante di un famoso e antico dolce turco chiamato "BACLAVA", un impasto leggero che forma una sfoglia moto sottile, ripiena di frutta secca e pane mischiata ad un po' di liquore e cotto al forno.
Dalla Turchia, troviamo traccia di questa preparazione in Ungheria come conseguenza di una dominazione durata quasi 200 anni. Approdato quindi in Europa Il dolce turco Baclava viene modificato ed arricchito con un altro ingrediente: le mele! Ai giorni nostri pare che in Austria si possano gustare degli strudel magnifici ma anche in Italia, nelle regioni del Nord, nel Tirolo dove si producono le famosissime mele di Val di Non che vengono anche cotte al forno o fritte.
Naturalmente, nel tempo, sono state elaborate molteplici varianti, soprattutto per quanto riguarda l'impasto della sfoglia. Io preferisco la pasta strudel classica, neutra come gusto ma che, unita alle mele fragranti, la cannella e la frutta secca, diventano una sinfonia di gusto perfetta.
Il procedimento per la "pasta strudel" mi fu insegnato, moltissimi anni fa, da una mai vicina di casa, la cui suocera era originaria di Pola, quindi istriana. Da allora rifuggo dalle altre interpretazioni che vedono lo strudel confezionato anche con pasta sfoglia o frolla ... sono sicuramente dei dolci buoni ma, secondo me, non sono lo STRUDEL.

Ringraziamo Mimma di Pasticci & Pasticcini di Mimma per averci fornito foto e testi di questa ricetta.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno