Questo sito contribuisce alla audience di

Paste morbide di mandorla di Acireale

Le paste morbide di mandorla di Acireale sono pasticcini, profumatissimi di limone o arancia, lievemente friabili all'esterno e morbidi dentro....una libidine che ho cercato, piu' volte, di riprodurre, senza risultati apprezzabili.

Portata Portata:
Dolci (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Sicilia (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
6/8

Tempo Tempo:
45 m + 2 h riposo

Ingredienti

  • 500 gFarina di mandorle
  • 350 gZucchero a velo
  • 4 sbattuti ma non montatiUova, albumi
  • 1 cucchiaioMiele di agrumi
  • 1 pizzicoVanillina in polvere
  • 2 la scorza gratt.Limoni biologici
  • 3 gocceEssenza di mandorle amare
  • 3 gocceEssenza di limone

Preparazione

Step 1

Nella planetaria mettere tutti gli ingredienti tranne gli albumi.

Step 2

Cominciare a mescolare e aggiungere gli albumi a cucchiaiate verificando la consistenza dell'impasto.

Step 3

Lavorare bene l'impasto sino a che diventa omogeneo e malleabile.

Step 4

Pesare delle palline da 25 grammi, formare dei cordoncini, passarli nello zucchero a velo e disporli nella teglia foderata di carta forno, dando la forma di una "S".

Step 5

Lasciare riposare i dolcetti nella teglia per un paio d'ore.

Step 6

Infornare in forno caldo a 160 °C per 15 minuti (tempo indicativo, dipende dal forno) non si devono dorare ma rimanere bianchi.

Step 7

Quando li sfornerete vi sembreranno molli, non preoccupatevi, raffreddandosi acquisteranno consistenza.
Spolverare di zucchero a velo.

Consigli

Il mio Doppio mi porta spesso, da Acireale (CT) , dei dolci di mandorla eccellenti, una libidine che ho cercato, piu' volte, di riprodurre, senza risultati apprezzabili. Qualche giorno fa, mi si è accesa la lampadina ... Pietro ... Manu ... gli amici di Catania che curano il bellissimo Forum "La Pulce e il Topo" e che ho invitato a collaborare con me per il Gran Galà di beneficenza di dicembre 2014 che tante soddisfazioni ci ha dato... bravissimi e cultori delle tradizioni e del gusto della nostra Terra ... chi meglio di loro poteva darmi la dritta che mi mancava ... il segreto che nessuna ricetta del web rivelava? E quindi li chiamo al telefono e chiedo lumi....che mi vengono prontamente  forniti! Ho tutti gli ingredienti a casa e mi metto subito all'opera, col cuore pieno di gioia e aspettativa ... e finalmente ... SONORIUSCITAAAAAAAAAAA!!!
Proprio come quelli che mi portava mio marito ... morbidi, profumati, gustosi! Sono dei dolci da "riposto" da credenza e si mantengono a lungo conservati in una scatola di latta ... se non li divorate prima!!
Ancora una volta, come ho avuto occasione di ribadire durante il Gran Galà, i Doni che ci sono stati concessi hanno un valore e un significato solo se c'è Condivisione e Amicizia. Solo così si può crescere e migliorare, e il miracolo, è accaduto,  di nuovo! Grazie Pietro e grazie Manu, siete mitici!

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno