Questo sito contribuisce alla audience di

Cubetti di gelatina di clementine e fragoloni

Oggi voglio suggerirvi una preparazione che sostituisce degnamente la frutta di fine pasto: la gelatina di agrumi. E' sempre graditissima ed ha un pregio impagabile: si può preparare anche due o tre giorni prima, senza che il gusto ne risenta, mentre qualsiasi macedonia di frutta fresca, deve essere preparata appena qualche ora prima del pasto perché altrimenti la frutta diventa molliccia, se si tratta di frutta normale oppure amarostica, trattandosi di agrumi.

Ringraziamo Mimma di Pasticci & Pasticcini di Mimma per averci fornito foto e testi di questa ricetta.

Portata Portata:
Macedonia (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Sicilia (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
8

Tempo Tempo:
45 m + 8 h raffredd.

Ingredienti

  • -PER LA GELATINA DI FRAGOLE
  • 750 gFragole frullate
  • 200 g (variabile a piacere)Zucchero
  • 1/2Limone, succo
  • 4Colla di pesce, fogli
  • 1 bustinaVanillina in polvere
  • -PER LA GELATINA DI CLEMENTINE
  • 750 g di succoClementine
  • 200 g (variabile a piacere)Zucchero semolato
  • 1/2Limone fresco, succo
  • 4Colla di pesce in fogli
  • 1 bustinaVanillina

Preparazione

Step 1

Per il procedimento io ho utilizzato il Bimby sia per le fragole che per le clementine, ma è molto semplice seguire le istruzioni utilizzando il sistema classico.
Frullare le fragole 1 min. vel. turbo.

Step 2

Nel frattempo ammollare la colla di pesce in una ciotola con acqua fredda, poi aggiungerla nel boccale con il succo di limone, lo zucchero e la vanillina e cuocere per 5 min. a 90° vel 5.

Step 3

Versare in una pirofila, meglio in una teglia di alluminio e mettere in frigo per una notte.

Step 4

Riempire il lavello di acqua bollente e immergere la teglia o la pirofila per 5 o 6 sec. poi sformare, capovolgendola, su un piatto.

Step 5

Tagliare a cubetti e disporre su un piatto da portata o in una ciotola.

Consigli

Stiamo già pianificando i pranzi e le cene delle prossime feste, dall'antipasto al dolce. Siamo tutte intente a spulciare vecchie e nuove riviste di cucina, la ricetta della mamma, il suggerimento dell'amica, della sorella, ecc., per non parlare dei blog"delle altre" dove sempre troviamo qualcosa che avremmo voluto fare e che hanno realizzato, di sicuro, meglio di noi ... Nulla ci pare mai abbastanza e poi dobbiamo sempre fare i conti con "il tempo". Il tiranno della nostra vita che, troppo spesso, ci tarpa le ali, che distrugge i nostri voli pindarici su mense imbandite di ogni Ben di Dio, di leccornie rare, attorno ai quali i nostri graditi ospiti sgranano gli occhi, increduli ed estasiati in un brusio di ammirazione ... SVEGLIAAAAA!!! Mettiamoci all'opera, cerchiamo di essere realiste e mettere nel menù solo cose sperimentate e non troppo elaborate. Teniamo anche conto di quanto mangiamo e quanta roba finisce, regolarmente, nella spazzatura, facciamo i conti anche con la disponibilità economica di quest'anno e, certamente e comunque, verrà fuori un ottimo pranzo che soddisferà tutti, che susciterà in ognuno il piacere del convivio e del buon bere e ... il gioco è fatto! Io realizzo questa gelatina versandola sempre in uno stampo scannellato, con il foro al centro, in modo che, sformandola, assuma un bellissimo aspetto "tremolante". Oggi l'ho messa in due pirofile per poterla sformare con più facilità e poterla fare a cubetti.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno