Questo sito contribuisce alla audience di

Agnolotti alla toscana

Gli agnolotti alla toscana vengono preparati farcendo la sfoglia di pasta con mortadella, fesa di vitello, parmigiano e uovo e lessando poi la pasta farcita. Ecco i passaggi per preparare gli agnolotti alla toscana.

Portata Portata:
Pasta ripiena (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Toscana (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
10 minuti 45 minuti di cottura

Vino Vino:
Rosso di Montalcino.

Costo Costo:
Medio

Ingredienti

  • PER LA PASTA:
  • 300 gFarina
  • 2Uova
  • q.b.Sale
  • PER IL RIPIENO:
  • 150 gFesa di vitello
  • 80 gCervella di vitello
  • 70 gMortadella
  • 40 gMollica di pane raffermo grattugiata
  • 1Uovo
  • 40 gParmigiano grattugiato
  • 30 gBurro
  • q.b.Brodo di carne
  • q.b.Noce moscata
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

Preparazione

Step 1

Sbollentate la cervella, poi eliminate la pellicina e tritatela insieme alla mortadella. Cuocete la fetta di fesa di vitello con il burro, sale e pepe, bagnatela con poco brodo e quando sarà cotta tritatela.

Step 2

Nel fondo di cottura della carne fate ammorbidire la mollica grattugiata. Riunite in una terrina la mortadella, la cervella, il vitello, l'uovo, il parmigiano, una grattatina di noce moscata, sale e pepe. Mescolate bene ed amalgamate tutti gli ingredienti.

Step 3

Con la farina, le uova ed un pizzico di sale preparate la pasta e stendetela su una sfoglia sottile. Su una metà della sfoglia disponete delle palline di ripieno allineate a distanza regolare fra loro.

Step 4

Coprite con l'altra mezza sfoglia e ricavate gli agnolotti con un tagliapasta rotondo. Cuocete gli agnolotti in brodo di carne e serviteli passando a parte del parmigiano grattugiato.

Consigli

Sono il classico primo della cucina piemontese, apprezzato anche all'estero ed in questa versione sposati con la cultura toscana. E' una pasta con ripieno da zona a zona e secondo la disponibilità degli avanzi di carne e sapidità che richiede meticolosa e lunga preparazione (un paio d'ore e anche di più).

Commenti

Iscriviti alla newsletter!